Papaveri

Partito per andare a far ciliegie

ho dovuto amaramente riscontrare che qualcuno ci aveva pensato prima di me . E ha fatto un lavoro da certosino, ne avrà lasciate venti, inarrivabili, marce, o sciupate da storni e gazzere.

Così mancato il primo obiettivo la mia attenzione si è rivolta all’ambiente in cui mi trovavo. Vecchia oliveta semi abbandonata ricavata su terrazzamenti. Papaveri e pisciacani a non finire. Ho tirato fuori la mia fedele macchina fotografica e ho cominciato a scattare.

 

 

Foto di roberto becchi

 

 

foto di roberto becchi

queste sotto sono mignole.

Dalla fine di febbraio e per tutto il mese di marzo si verifica un’intensa attività dapprima con l’accrescimento dei germogli, poi anche con l’emissione delle mignole, fase che si protrae secondo le zone fino ad aprile. La mignolatura ha il culmine in piena primavera con il raggiungimento delle dimensioni finali. Le infiorescenze restano ancora chiuse, tuttavia sono bene evidenti perché completamente formate.

Se in teoria ogni futuro fiore procudesse una oliva, ogni pianta produrrebbe decine di quintali di olive. Quando si ha una ottima resa, allega solo circa il 2 % della mignola.

foto di roberto becchi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Flora e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.