Lago di Bilancino (canoa)

Questa meravigliosa conca ho avuto modo di conoscerla prima che si trasformasse in lago. Tra le mie numerose raccolte di foto ho un’intera documentazione che lo riguarda, quando c’erano ancora campi, strade e alcune case. Rivedendo le immagini di allora e quelle di oggi, devo convenire che l’ambiente nonostante la radicale trasformazione, all’occhio, è notevolmente cambiato in meglio.

Con la canoa in mezzo al lago si è immersi totalmente nella natura e nel suo silenzio. Specialmente se, per qualche minuto,si ha la fortuna, di non avere il traffico sui ponti. La pesca esercitata dalle sponde, o in mezzo al lago, con la canoa, è comunque gratificante. Se non si prendono pesci, comunque si gode dello spettacolo che ci circonda.

Le caratteristiche del Lago di Bilancino
L’invaso del bilancino, la cui diga fu terminata nel 1995, può considerarsi in esercizio effettivo a regime dagli inizi del 2002, con il rilascio del certificato di collaudo.
L’invaso è alimentato fondamentalmente da sei torrenti che si localizzano fondamentalmente sui lati ovest e nord dell’invaso: Sieve, Lora, Stura, Calecchia, Sorcella, Taviano.

 

La fauna presente nel lago
La fauna ittica è rappresentata da carpe, con esemplari pescati di oltre otto chilogrammi, carassi, cavedani, persici trota, lucci anche di grandi dimensioni (questi ultimi, insieme ai carassi, già presenti nelle cave preesistenti alla formazione del lago) ed alborelle. Verificata è inoltre la presenza di barbi, trote e vaironi, tutti provenienti dai torrenti che alimentano il bacino, ed anche anguille e tinche.

.

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Amici, Canoa, Pesca e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.