Presepe di Petroio. Vinci

Sin da piccolo, fare e vedere i presepi è stata una delle mie passioni. Per vari motivi, mancanza di un nipote, mancanza degli spazi negli appartamenti, il non poter far un pò di sporco, inevitabile con la borraccina in casa, non li ho più fatti. Ma apprezzare quelli che fanno gli altri, questo lo faccio ancora. Vicinissimo a casa, quest’anno, ho scoperto il Presepe di PETROIO. Veramente bello. 

La tradizione è cominciata circa 15 anni fa, grazie ad Alessandro Fanti, insieme al padre Dante, uomini di tanta pazienza e capacità manuale ed organizzativa, unite tutte da una grande passione e amore per la loro Madonnina di Petroio. Ed è proprio con queste doti che hanno avviato l’allestimento dello spettacolare presepio di Petroio all’aperto vicino alla chiesa, lavorando con cura sopra un ciglione ai piedi della sua chiesina, quasi modellandolo come creta fino a farlo diventare, anno dopo anno, pietra dopo pietra, il paesaggio di Betlemme intorno alla Natività. Le difficoltà non sono mancate, ma niente ha fermato Alessandro e il padre, nell’affrontare questi ostacoli e superare le difficoltà. Alessandro fin dall’inizio ha coinvolto sempre più persone, tanto da avvalersi oggi di una grande collaborazione da parte di coetanei e ragazzi. Ognuno seguiva le sue capacità.  Un presepe artistico, curato in ogni particolare, dai paesaggi, agli oggetti, case, meccanismi (per rendere vivo e animare ogni movimento), giochi di specchi e non poteva mancare l’acqua; tutto realizzato dalla migliore delle maestrie.  Pochissime sono le cose comprate già finite, quasi tutto è realizzato con la migliore delle maestrie artigianali e curato nei minimi particolari.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Presepe e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.