Uto Ughi e Joshua Bell – maghi del violino

Mi intendo di musica, quasi come di astronomia, ma nel paragone, posso dire che quando sento un virtuoso, uno che è fenomeno, lo riconosco e lo apprezzo, allo stesso modo di come apprezzo e mi stupisco di eventi astronomici come eclissi od altro. La bellezza come la bravura in qualsiasi arte, trascende la conoscenza specifica della stessa, almeno questo è il modesto pensiero di “ignorante”.

 

un’altro ragazzino che ci sa fare con il violino, è questo fenomeno di Uto Ughi

Questa voce è stata pubblicata in Musica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.