Con il Tricker a percorrere la mitica EROICA

Come sempre, una decisione presa la sera per la mattina dopo. Di Eroica avevo sentito parlare e avevo letto molto. E’ un bellissimo percorso nel centro della Toscana, provincia di Siena. Si parte dal Chianti, si attraversano le crete senesi, e si arriva fin quasi alle falde del monte Amiata. Dal sito ufficiale dell’Eroica traggo la TABELLA DI MARCIA del percorso lungo di 209 Km. e la PLANIMETRIA. Per arrivare a Radda, punto di partenza, Aleandro ed io percorriamo circa 60 km. Colazione e partenza. Già da S. Casciano abbiamo ammirato le belle colline toscane. Pian piano la nebbia mattutina si dirada nelle valli e il verde emerge brillante. Oliveti, vigneti, campi di grano appena nato. A Vertine un bellissimo e ben ristrutturato borgo la prima sosta. Se ne faranno decine, per fare foto e ammirare i panorami. Ogni chilometro ci sarebbe da fermarsi. Passati da Gaiole in chianti si procede per il castello di Brolio. Seguendo le chiare indicazioni, si arriva a sud della città di Siena. La sua inconfondibile “cartolina”, la si apprezza da molti punti di osservazione. Nel viaggio verso sud raggiungiamo Vescovado di Murlo, e Buonconvento. Quest’ultimo paese è uno snodo intorno al quale l’Eroica si intreccia nell’andata e nel ritorno, verso Montalcino, Torrenieri, Cosona, Lucignano. Lungo tutto il percorso si alternano tratti di bellissimi e larghi sterrati, con tratti asfaltati. Le nostre Tricker come sempre, sono state all’altezza della situazione. Pranzo a Montalcino nella piazza del castello. Piccolo neo del viaggio, è che per problemi familiari, Aleandro ha dovuto rientrare prima del previsto, e ci è mancato il tratto di ritorno da Asciano e Castelnuovo Berardenga. Ci siamo ripromessi di fare presto, la parte mancante.

ONORE e GLORIA a chi fa il percorso su due ruote, ma PEDALANDO.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Auto - Moto, Foto, Gite, Tricker 25o e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.