Fioritura Giunchiglie e Asfodeli sul monte Croce

Un giovane pastore e una pastorella si incontravano ogni giorno sui verdi prati del Monte Croce (Alpi Apuane), oggi nel comune di Stazzema, in provincia di Lucca. Era un mattino di maggio quando si promisero eterno amore e sui quei pascoli avrebbero suggellato con il matrimonio un’unione già forte più del ferro e del fuoco. Alcune settimane dopo i turchi assaltarono i villaggi lungo la costa e il giovane pastore fu chiamato in guerra dove fu ucciso a tradimento. La pastorella, appresa la notizia, disperata corse sui fianchi della stessa montagna che aveva accolto la loro promessa di nozze, ogni sua lacrima per incanto si trasformava in bianchi e profumati fiori di giunchiglia che piano piano rivestivano il monte con il loro candore. Ogni anno nel mese di maggio i pascoli della montagna, di solito privo di vegetazione, si ricoprono ancora di un’estesa fioritura di giunchiglie (narciso dei poeti), facendo assistere, a chi ha la fortuna di salirvi in questo periodo, ad un vero spettacolo della natura.

Una giornata nitidissima e piena di sole ci ha fatto compagnia nella nostra ricerca di giunchiglie. Prati interi imbiancati, e profumati da questo splendido fiorellino.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Amici, Flora, Paesaggi e Tramonti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.