Prologo al Cammino. Arrivo a Lourdes.

Oggi 29 maggio, l’avventura ha preso inizio. Alle 5, 15 abbiamo caricato  le biciclette e i sacchi con tutto il matariale e siamo partiti. Giusto per saperlo i 3 sacchi pesano 19 kg il borsetto circa 5 kg. Manca l’acqua almeno 1 litro 1/2. Oltre Navacchio abbiamo scansato un temporalone sul Serra. Da Viareggio in poi, sole splendido fino a Montecarlo e oltre. Solo a Nimes si sono ripresentati nuvoloni. A Carcasson  fermata per foto allo splendido castello. Dopo Tolosa  riavvicinandoci ai Pirenei si è scatenato l’inferno. Arrivati a Lourdes, cercato e trovato un albergo. Dopo cena sono andato alla famosa messa delle 21,00. Uno spettacolo tra il tragico il comico e lo spirituale in una commisitione allucinante. Tre, quattromila persone ammalate, con accompagnatori, che con candele in mano guidate da decine di caronti, mettono in scena l’atroce spettacolo. Temperatuta ambiente 4 gradi e forte vento di tramontana. La processione si snoda lungo la strada che circonda il lungo giardino (aiuola) all’interno dello spazio della basilica. In testa i malati su carrettini o seggiole a rotelle, spinti o trainati da parenti o inservienti o volontari. Anche se coperti, molti di quei vecchietti avevano l’aspetto di chi oltre alla sofferenza per malattia dovesse sommarci quella patita per il freddo. Tutti con la candela in mano con il cappelotto di carta per non farla spengere e gocciolare. Visivamente uno spettacolo che alla prima ti stordisce. Questa lunghissima processione che si snoda lentamente nel giardino. Gli altoparlanti che in tutte le lingue diffondono cantici e preghiere. I controllori del traffico che dirigono la processione, l’arrestano, la fanno ripartire e fanno stare tutti allineati. Tutto finisce, ma molto lentamente davanti alla statua della madonna sul piazzale antistante la Basilica. In seconda lettura apre molti punti di domanda. Una su tutte che immenso giro si soldi. Una multinazionale del dolore. Si utilizzano persone sicuramente malate e devote, per mettere in scena una rappresentazione, che non fa onore alla Madonna. Altre domande me le tengo per me. Andate, vedete e riflettete.

 

RACCOLTA  GENERALE  FOTO

 

DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO DCIM102GOPRO 20130529_213546 20130529_213726 20130529_213709 20130529_213748 20130529_213638 20130529_212054 20130529_212215 20130529_212222 20130529_212437 20130529_213213 20130529_214211 20130529_212236 20130529_214200 20130529_212149 20130529_211623  20130529_212517

20130529_220302

 

 

 

 

dopo di noi l’alluvione