Laverda 1000 3 cilindri cerchi in lega

Laverda 1000

Làverda, Pietro

Enciclopedie on line Treccani

Làverda, Pietro. – Industriale italiano (Faro Vicentina 1845 – Breganza 1930). Nel 1873 fondò a S. Giorgio di Perlena (Vicenza) la ditta omonima per la produzione di attrezzi agricoli, macchine enologiche e orologi per campanile. Nel 1949 iniziò l’attività motociclistica sostenuta dal nipote Pietro (Breganza 1909 – Vicenza 1995).

Per l’ossessione di mia madre, contro qualsiasi tipo di motore, ho dovuto aspettare i miei primi stipendi per poter acquistarmi LA MOTO.

E’ stata una Laverda 1000 – 3 cilindri cerchi in lega, anno 1976. Comprata dal concessionario di Pisa.

All’epoca era la più potente. Poi con un manico come me sopra, non ce n’era per nessuno. Bisognerebbe domandare al Kamikaze di mio fratello Riccardo. Mai avuto un passeggero più coraggioso di lui. Avevamo un affiatamento incredibile. Le mie pazzie più grandi le ho fatte con lui dietro. La moto riusciva a scaricare a terra la sua potenza massima solo allora. Nelle pieghe, era lui che si buttava giù per primo. Sull’A1 Firenze -Bologna (allora non esistevano gli autovelox) si ingaggiavano gare con qualsiasi tipo di autovetture. Sulle strade normali era troppo facile. L’unico neo, che dopo averci fatto una cinquantina-cento kilometri, le mani e i bracci vibravano come corde di violino.

Altra passeggera temeraria la Cecilia.

All’arrivo di Claudia regalai la moto a Riccardo. Che penso bene di batterci la bocca. Meno male che non ci furono conseguenze fisiche.


Annunci